Home NOTIZIE Notizie dai birrifici

Notizie dai birrifici

Visita al birrificio Titanic

Notizie dai birrifici
Mercoledì 22 Giugno 2011 00:00

Stoke-on-Trent non è una città dalla bellezza indimenticabile, soprattutto se per arrivarci nel pomeriggio si è passati dal Peak District, uno dei parchi più visitati e belli d'Inghilterra. Burslem, nella zona industriale della città, se possibile, à anche meno piacevole di Stoke-on-Trent... che però è una città piuttosto famosa per almeno due motivi: il primo è che qui si fabbricano da secoli bellissime porcellane (gli artigiani della città hanno preparato preziosissime tazze per festeggiare il matrimonio di William e Kate); il secondo, più noto e forse più importante, è che qui è nato John Edward Smith il capitano del Titanic, la nave da crociera più sfortunata e famosa del mondo.

Prima_Pagina_NYT_TitanicLa prima pagina del New York Times il giorno dopo il disastro del Titanic

Non è comunque per nessuno di questi motivi che ci siamo spinti fino a qui... o meglio il Titanic un po' centra, ma solo per aver dato il nome a un birrificio che negli ultimi tempi ha fatto molto parlare di sé, in particolare per la sua stout, considerata da molti una delle più buone di tutto il Regno Unito.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Giugno 2011 15:53
Leggi tutto... [Visita al birrificio Titanic]
 

Meantime al Salone del Mobile e Degustazione Yakima Red

Notizie dai birrifici
Mercoledì 13 Aprile 2011 18:26

designjunctionMeantime_Logo

In questi giorni a Milano si svolge uno dei più importanti eventi legati al mondo del design e dell'arredamento. Nell'ambito del Salone del Mobile 2011 uno spazio denominato Designjunction sarà dedicato al design anglosassone. Questo spazio, organizzato dal Consolato Generale Britannico di Milano, UK Trade & Investment e con il media partner Icon Magazine, vedrà la presenza dei più importanti marchi del settore - Anglepoise, Anything, Benchmark,Channels, Innermost, Melin Tregwynt, Modus, Race, Roll & Hill, + Stone, Wedgwood - e sarà curato dal famoso british designer Michael Sodeau all'interno dell'Headquarters Ermenegildo Zegna.

zengaspace2

Per celebrare l'apertura di questo spazio è stato organizzato un party al quale saranno presenti le birre di Meantime: Yakima Red, London Pale Ale, Wheat Beer, Meantime Ipa. La scelta degli organizzatori di avere le birre di Meantime per questo evento sottolinea quanto la birra sia uno dei prodotti più importanti per rappresentare il Regno Unito e le sue eccellenze. 

Parlando di design e di Meantime non possiamo non parlare in particolare dell'ultimo sforzo del birrificio londinese, la Yakima Red, che abbiamo degustato e qui vi raccontiamo. Come già descritto qualche tempo fa, questa birra è stata disegnata, è il caso di dire, per presentare le capacità espressive dei luppoli americani e per celebrare l'arrivo in terra londinese del nuovo birraio Peter Schmidt che per lungo tempo ha lavorato proprio dall'altra parte dell'oceano. 

Scontornata

Un disegno molto ben costruito! La Yakima Red nel bicchiere si presenta di un bellissimo colore ambrato carico, con riflessi radica/aranciati, quasi rubino e buona schiuma. Il naso è giocato soprattutto sulle note dei luppoli, molto fresco, agrumato, floreale, un po' resinoso, con leggere sensazioni di caramello, di tostato e frutta secca. La bocca è estremamente scarica nel corpo, decisamente watery, molto inglese, poco segnata dalle note di caramello dei malti, ma profumata, giustamente amara nel finale e molto asciutta, elemento che la rende scorrevole, di grandissima bevibilità. Una bellissima session beer di grande classe ed eleganza.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Aprile 2011 19:28
 

Punk Ipa: due importanti novità!

Notizie dai birrifici
Venerdì 11 Febbraio 2011 13:14

La Punk Ipa non è di certo una birra qualsiasi, a cominciare dal fatto che, insieme alla Trashy Blonde, è considerata tra i punti di riferimento di Brewdog, per quel che riguarda le birre non speciali. Nel giro di pochi giorni questa birra è stata il soggetto di due importantissime novità.

Punk_Ipa

Pur essendo una birra molto diffusa, la Punk Ipa peccava un po' in equilibrio: il corpo leggero non riusciva a sostenere in modo adeguato la componente amara del luppolo e il grado alcolico. Martin Dickie e James Watt, di Brewdog, hanno quindi deciso di intervenire cambiandone la ricetta. La nuova Punk Ipa risulta così costruita: il grado alcolico è più basso (5,6% contro i 6% della precedente) e l'IBU, anch'esso, è leggermente inferiore (si passa dal precedente 65 all'attuale 45); l'apporto di Caramalt è stato aumentato creando un corpo più ampio in grado di sostenere meglio la comunque intesa luppolatura - fatta in dry hopping - che completa la nuova Punk Ipa e che la rende meno amara della precedente versione, ma comunque molto aromatica e profumata.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Marzo 2011 11:35
Leggi tutto... [Punk Ipa: due importanti novità!]
 

Nuovo pub di Brewdog a Edinburgo... nuove immagini!

Notizie dai birrifici
Venerdì 04 Febbraio 2011 18:29

Proprio non resistete e volete avere notizie sul nuovo pub di Brewdog a Edinburgo?!?! Di notizie non ne abbiamo molte nemmeno noi, se non che i lavori procedono spediti, abbiamo però alcune immagini che ce lo confermano e ve le mostriamo...

BRewdog_EDINB

L'esterno del Pub.... con la vecchia insegna

Brewdog_EDINB2

Il bancone

Brewdog_EDINB3

Panoramica dal'alto

Brewdog_EDINB4

Il pub da un'altra angolazione

Brewdog_EDINB5

Un'altra immagine dell'esterno

 

I Hardcore You: nuova birra da Brewdog e Mikkeller

Notizie dai birrifici
Martedì 10 Agosto 2010 12:28

 

Mikkeller_I_Beat_You

Hardcore_Ipa_Etichetta

Se due tra i birrifici più creativi in Europa si uniscono, il risultato non può che essere esplosivo. Esplosione è infatti il termine più adatto a descrivere il nuovo prodotto a quattro mani di Brewdog e Mikkeller: la I Hardcore You. Non una vera e propria nuova birra ma il blend di Hardcore IPA e I Beat You, due delle birre più rappresentative dei birrifici scozzese e danese. Dopo essere state brassate le due birre sono state unite, come se si trattasse di una cuvée, e il ristultato è stato nuovamente sottoposto a dry hopping.

I_Hardocre_You_etichetta

Il risultato è una Imperial India Pale Ale da 9,5% vol. in alcol che si presenta di un bell'ambrato carico con riflessi radica, schiuma molto compatta, fine e persistente. Il naso è esplosivo: invaso dalle note di agrume candito, resina e scorza di pompelmo donate dai luppoli che rendono questa birra, a livello olfattivo, molto fresca, lasciando comunque percepire una leggera nota dolce (come di caramello). In bocca è molto lunga, di grande struttura e sebbene sia segnata con forza dal luppolo riesce ad avere equilibrio grazie soprattutto alla dolcezza data dall'importante utilizzo di malti e al fatto di essere giocata sull'evoluzione delle note luppolate che, da sensazioni spiccatamente amare, virano nel finale su toni balsamici che, come già preannunciato al naso, ricordano la scorza d'agrume e rendono la I Hardcore You fresca ed estremamente piacevole.

Questa nuova birra sarà disponibile, in quantità limitate dalla fine di agosto!

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Agosto 2010 15:40
 
<< Inizio < 1 3 5 > Fine >>

Pagina 3 di 5

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza utente. I cookie indispensabili sono già stati installati, come previsto dalla normativa vigente. Per avere ulteriori informazioni sui cookie che usiamo e come rimuoverli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetti i cookie da questo sito?

Leggi la Direttiva Europea sulla e-Privacy